NEWS

Scopri le ultime news su Medical Care Center

Nuove Frontiere Terapeutiche: I Nuovi Anticoagulanti Orali

Scritto da: | Tags: , , , , | Commenti: 0 | novembre 26th, 2015

images

La fibrillazione atriale è l’aritmia più comune nella pratica clinica, essa è responsabile di un terzo delle ospedalizzazioni per disturbi del ritmo cardiaco e rappresenta un predittore di mortalità.

La fibrillazione atriale aumenta di 4-5 volte il rischio di ictus che rappresenta la complicanza più grave.

Nel corso della vita, 1 persona su 3, affetta da FA va incontro ad 1 ictus cerebrale, e circa 1 su 5 di questi ictus è attribuito a questa malattia.

L’unica terapia, in grado di ridurre significativamente l’ictus in questi pazienti è la TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE (TAO) con antagonisti della vitamina K (warfarin AVK).

Numerosi sono i limiti di questa terapia:

  • variabilità interindividuale con conseguente aggiustamento del dosaggio monitoraggio INR (prelievi continui);

  • interazioni alimentari;

  • interazioni farmacologiche.

Ad oggi il più significativo avanzamento della farmacologia degli ultimi anni, è rappresentato dai nuovi anticoagulanti orali (NAO) .

Essi hanno dimostrato di ridurre rispetto alla vecchia terapia con il warfarin, sia il rischio di ictus che di sanguinamento a fronte di una maggiore maneggevolezza.

Questi farmaci oltre ad una superiore efficacia nel ridurre l’ictus e alla sicurezza di un rischio emorragico minore, migliorano non poco la qualità di vita del paziente affetto da questa patologia.

Essi hanno una maggiore comodità di somministrazione, nessuna restrizione alimentare, e finalmente libera il paziente dalla schiavitù degli agognati controlli di laboratorio.

A distanza di alcuni anni dall’approvazione e commercializzazione per la prevenzione dell’ictus nella FA l’utilizzo di questi farmaci si sta diffondendo sempre più nella pratica clinica e numerose sono le conferme sia di efficacia che sicurezza, ed un numero sempre maggiore di pazienti con FA viene trattato superando i ben noti limiti del vecchio Warfarin.

Dott. Andrea Bisciglia (Cardiologo presso l’Azienda Complesso Ospedaliero San Filippo Neri di Roma)