Come curare il tunnel carpale con le infiltrazioni

sindrome da tunnel carpale

Come curare il tunnel carpale con le infiltrazioni

Come curare il tunnel carpale? In alcuni casi è possibile evitare l’intervento e curare questa sindrome attraverso delle infiltrazioni. Ecco quando e come farle e a chi rivolgersi.

Come curare il tunnel carpale? I rimedi per la sindrome tunnel carpale (STC) sono diversi e dipendono dal grado e dall’intensità della patologia. Nei casi più gravi si effettua un intervento. Altrimenti esistono terapie farmacologiche e rimedi di altra natura in grado di alleviare i sintomi e consentuire di svolgere le consuete attività. Tra queste troviamo le infiltrazioni di cortisonici per una terapia conservativa.

Vediamo che le infiltrazioni possono aiutare chi soffre di questo disturbo, spiegando allo stesso tempo in che cosa consiste la STC.

STC che cos’è

La sindrome tunnel carpale oggi è una patologia che è abbastanza diffusa, specie tra le donne e in età compresa tra i 30e i 50 anni. Per la precisione che cos’è la STC? Si tratta di una eccessiva e cronica compressione del nervo mediano. Questo nervo regola le funzioni motorie della mano, delle dita e del polso.

I sintomi tunnel carpale sono diversi. Provoca dolore, intorpidimento e forrmicolio localizzato soprattutto nel 3° o 4° dito, ma anche al braccio o all’avambraccio, gonfiore e debolezza muscolare.

Le cause possono essere diverse. Alla base vi sono traumi sportivi o da lavoro, predisposizione genetica, ma anche un aumento di pressione, alterazioni ormonali o ritensione idrica. Ecco perchè spesso le donne in gravidanza soffrono di questa patologia.

Ma per il tunnel carpale i rimedi quali sono senza ricorrere alla chirurgia?

sintomi tunnel carpale formicolio

Come curare il tunnel carpale

Come curare questo disturbo? Esistono diversi rimedi che consentono di evitare l’intervento, specie se il disturbo viene diagnosticato nella fase iniziale. In sostanza si tratta di alleviare il carico sul nervo e diminuire la compressione. Questa può essere effettutata attraverso esercizi di stretching e allungamento, evitando di frare alcuni movimenti. Anche l’utilizzo di un tutore, specie la notte, può dare sollievo.

Se però siamo in presenza di una infiammazione, allora è bene agire per eliminarla. Ecco entrare in gioco le infiltrazioni.

infiltrazioni tunnel carpale

Le infiltrazioni tunnel carpale a base di farmaci cortisonici consentono di ridurre l’infiammazione ed eliminare il gonfiore. Di conseguenza anche gli altri sintomi diminuiranno. Questa tecnica viene prevede delle microiniezioni periarticolari che, a differenza dei farmaci per bocca, agiscono direttamente sulla compressione e risultano quindi più efficaci. Le infiltrazioni avvengono a mano supina e in estensione.

Il numero delle sedute dipende dal grado di infiammazione del nervo mediano.

Autore:

Alessandra De Marco

Webwriter, traduttrice, profuga della ricerca, appassionata di marketing. Ho lavorato nella comunicazione, nell'università, e nel customer service, vivendo a cavallo tra Italia e Inghilterra.