fbpx

Riabilitazione del pavimento pelvico

articolo-riabilitazione-pp

Riabilitazione del pavimento pelvico

La riabilitazione del pavimento pelvico serve a trattare i disturbi che affliggono una zona del nostro corpo spesso trascurata e poco conosciuta. Scopriamo come si svolge il percorso riabilitativo.

 

Riabilitazione del pavimento pelvico: che cos’è

La riabilitazione del pavimento pelvico è un approccio  conservativo per trattamento dell’incontinenza urinaria e di quelle disfunzioni del pavimento pelvico. queste possono essere di natura ginecologica, andrologica, colon-proctologica e algologica. Consiste in un insieme di tecniche riabilitative allo scopo di rafforzare i muscoli volontari del pavimento pelvico per prevenire e trattare le alterazioni a carico delle strutture contenute nella cavità pelvica.

 

Riabilitazione del pavimento pelvico: quali patologie vengono trattate

La riabilitazione del pavimento pelvico viene utilizzata principalmente per trattare le seguenti patologie:

  • incontinenza urinaria, fecale e ai gas
  • ipotono della muscolatura perineale
  • prolasso degli organi pelvici
  • disturbi della minzione
  • stipsi
  • emorroidi e ragadi anali
  • cicatrici perineali
  • vulvodinia
  • vaginismo
  • disturbi della sfera sessuale
  • ipertono della muscolatura perineale
  • frequenti infezioni del tratto genito-urinario
  • Secchezza vaginale

Si occupa, ancora di:

  • preparazione perineale al parto
  • riabilitazione pre e post chirurgia area pelvica

 

Come curare il pavimento pelvico

L’ostetrica specializzata effettua ad ogni paziente la prima valutazione funzionale. Questa consiste in una raccolta anamnestica molto approfondita tramite una cartella clinica apposita ed una valutazione osservazionale e manuale. Dopo questa prima visita, si stabiliscono i sintomi, i bisogni e gli obiettivi della paziente. Poi si imposta un percorso terapeutico mirato e personalizzato. La valutazione è consigliata a qualsiasi età, in particolar modo dopo il parto, in menopausa ed quando il pavimento pelvico presenta sintomi che fanno pensare ad una patologia di quest’area.

 

Quali tecniche si utilizzano per la riabilitazione

Per la riabilitazione si utilizzano tecniche diverse e specifiche in base al caso ed alle peculiarità di ogni donna.

Le principali tecniche riabilitative sono:

  • terapia comportamentale: identificare problemi comportamentali che influiscono sulle alterazioni a carico del pavimento pelvico (uso/abuso di caffè o sostanze stimolanti, riduzione/abolizione fumo, correzione della stipsi …) ;
  • chinesiterapia: esercizi di contrazione e rilasciamento della muscolatura con lo scopo di prevenire e trattare alterazioni della statica pelvica, incontinenza urinaria, incontinenza fecale, disfunzioni sessuali, e ottenere il rafforzamento, rilassamento e stretching dei muscoli pelvici, con lo scopo, altresì di riconoscere (presa di coscienza), allenare e usare i muscoli del perineo.
  • elettrostimolazione del pavimento pelvico : stimola passivamente i muscoli del pavimento pelvico mediante l’utilizzo di corrente elettrica alternata bifasica attraverso una sonda vaginale o rettale e mediante elettrodi di superficie.
  • biofeedback del pavimento pelvico: una sorta di “allenamento” del cervello e dei muscoli pelvici a lavorare insieme per ottenere una contrazione e rilasciamento dei muscoli pelvici in modo adeguato ed efficace, tramite il controllo visivo del proprio movimento attivo dei muscoli pelvici.

Altri strumenti utilizzati per la riabilitazione del pavimento pelvico sono:

  • stimolazione magnetica trans peritoneale
  • ultrasuoni
  • coni vaginali

A chi rivolgersi per curarsi

La riabilitazione del pavimento pelvico richiede l’intervento di personale dedicato adeguatamente formato: richiedi la tua valutazione pelvi-perineale, non solo se hai un problema, ma anche e soprattutto per prevenire segni e sintomi dapprima fastidiosi e poi invalidanti per la quotidianità!

“Si può vincere una resistenza soltanto imparando a conoscerla” e questo vale per forza gravitazionale, culturale e sociale, perché la riabilitazione del pavimento pelvico è qualcosa che va oltre la “semplice” riabilitazione. E diventa parte di te.
Tocca corde profonde.
Arriva al cuore.
Rimescola.
Rinasce.
Inspiro, espiro: Un ciclo prezioso.

 

Nei prossimi articoli parleremo delle patologie che la riabilitazione del pavimento pelvico può trattare, rimanete in ascolto!

Ost. Amalia Allevato