fbpx

Corsi preparto: cosa sono e perché è importante seguirli

corsi-preparto-incontro-medico-mamme

Corsi preparto: cosa sono e perché è importante seguirli

I corsi preparto servono ad arrivare preparati al momento del travaglio e della nascita, e ad affrontare in maniera consapevole i primi mesi da genitori. Scopriamo in cosa consiste il training prenatale.

Corsi preparto in cosa consistono

I corsi preparto non sono, come spesso la tv ci fa banalmente credere, corsi per apprendere la respirazione Lamaze e basta.

 Sono dei percorsi in cui personale specializzato aiuta a fare chiarezza e a preparare le mamme innanzitutto, ma anche i papà, ad affrontare il momento delicato della nascita e a muovere i primi passi da genitori.

Cosa fare se si rompono le acque? Come affrontare gli ultimi giorni prima del parto? Come si cambia un pannolino? Sono tutte domande che i futuri genitori alla prima esperienza si pongono, ma a cui spesso non sanno dare risposta.

 Ecco perché seguire un corso preparto è fondamentale. Se ad essere genitori si impara pian piano, è possibile però arrivare preparati al momento dell’arrivo dei nostri piccoli.

Corso preparto cosa si fa durante gli incontri

La domanda che spesso ci si pone è durante un corso preparto cosa si fa? Innanzitutto i corsi preparto sono cadenzati ad incontri (di solito 8-10 sedute di circa due ore ciascuna) tenuti da una ostetrica, ma anche da altri medici o professionisti, ad esempio psicoterapeuti.  Anche se i contenuti possono leggermente variare da corso a corso, l’obiettivo principale è garantire conoscenza e consapevolezza circa i momenti del travaglio, della nascita e dei primi periodi post-parto.

Quindi i corsi sono principalmente incentrati sulla ginnastica dolce da eseguire nelle ultime settimane di gravidanza, su come affrontare il travaglio (inclusa la respirazione), su come affrontare le contrazioni. Durante i corsi vengono fornite anche informazioni mediche sull’epidurale e sull’episiotomia (incisione chirurgica vaginale per facilitare il parto), sulle complicanze del parto e su come si affrontano.

Per quanto riguarda la fase post, i corsi di preparazione al parto forniscono informazioni sui primi mesi di vita del bebè, come allattarlo, come cambiare i pannolini, come prevenire le coliche o curarle, e soprattutto cercano di preparare i genitori ad affrontare i cambiamenti che la piccola o il piccolo porteranno nella quotidianità.

Nei corsi tenuti presso le strutture sanitarie è possibile visitare le sale parto e conoscere anche gli operatori che assistono durante il parto.

Infine, i corsi preparto sono momenti di condivisione tra coppie di futuri genitori in cui si possono scambiare opinioni, paure, emozioni e gioie che li accomunano in questo momento così significativo della vita, ma difficilmente comprensibili da chi non vive questa esperienza.

quando farli

Per capire i corsi preparto quando farli è necessario innanzitutto avere una struttura di riferimento a cui rivolgersi, di solito ospedale o clinica dove avverrà il parto.

 Indicativamente, il corso si inizia a seguire intorno alla 28a settimana di gravidanza. I corsi in strutture pubbliche possono essere seguiti dietro presentazione di un’impegnativa per pagare solo il costo del ticket. Ma spesso per iscriversi al corso preparto è necessario prenotarsi con largo anticipo, già dal quarto mese.

Esistono tuttavia molte strutture private in cui oggi è possibile seguire corsi pre parto dove è possibile ricevere la stessa competenza e professionalità delle strutture pubbliche.

Cerchi corsi preparto a Cosenza? Da Medical Care Center puoi prenotare il tuo posto al corso di accompagnamento alla nascita e iniziare il corso preparto sin dalla 22a settimana! Chiama lo 0984483800 per informazioni su come partecipare.

About Author

Alessandra De Marco

Copywriter e SEO specialist, profuga della ricerca, appassionata di marketing. Ho lavorato nella comunicazione, nell'università, e nel customer service, vivendo a cavallo tra Italia e Inghilterra. Amo viaggiare e approfondire gli aspetti culturali e sociali dei paesi che visito, leggere di tutto, la Nuova Zelanda e il Pacifico....e gli All Blacks.