Dieta colon irritabile: cosa mangiare

esempio alimenti dieta colon irritabile fodmap

Dieta colon irritabile: cosa mangiare

La dieta colon irritabile costituisce un prezioso alleato per combattere i sintomi e il disagio causato da questa sindrome. Ecco qualche informazione sulla relazione tra colon irritabile e cosa mangiare e alcuni suggerimenti sui cibi da evitare.

Dieta colon irritabile: relazione tra cibo e disturbo

La dieta colon irritabile è fondamentale per combattere i sintomi e il conseguente disagio che crea questa condizione. La sindrome del colon irritabile, detta anche sindrome dell’intestino irritabile è uno dei più diffusi distrurbi gastro intestinali che interessa la parte bassa dell’intestino.

Si tratta di una irritazione dell’intestino crasso che colpisce una grossa fetta della popolazione, il 70% delle quali donne.

I sintomi del colon irritabile sono molto generici e includono:

  • meteorismo
  • dolori addominali
  • alterazione dell’alveo (stipsi-diarrea o entrambi)
  • gonfiore addominale

Le cause non sono ben chiare. Vi è comunque una forte componente psicologica, per cui ansia e stress sono spesso associate a questo disturbo. Non è possibile escludere alla base di questa condizione uno stato inffiammatorio delle mucose intestinali e una alimentazione scorretta. Ecco perchè la dieta per il colon irritabile è fondamentale per eliminare i sintomi e limitare al massimo il disagio fisico, psicologico e sociale che può derivare per chi ne soffre.

Vediamo con il colon irritabile cosa mangiare e quali cibi evitare e perchè.

Colon irritabile cosa mangiare

Quando si soffre di colon irritabile cosa mangiare? Perchè con il colon irritato ci sono cibi da evitare?

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale per l’intestino, dove avviene l’assorbimento dei nutrienti. Alcuni cibi, dati i loro componenti, possono aggravare la sintomatologia del colon irritabile poichè causano ad esempio gonfiore, oppure facilitano le feci molli o al contrario la stipsi.

Ecco perchè in presenza di intestino irritabile bisogna valutare attentamente caso per caso quali alimenti possono incidere sulla sintomatologia. Se il paziente soffre di stipsi allora sarà consigliabile l’assunzione di cibi naturalmete lassativi come i kiwi, fibre solubili e acqua. Nel caso opposto, bisognerà invece ricorrere a cibi naturalmente addensanti o comunque povere o prive di fibre insolubili presenti nelle verdure, nei legumi e in alcuni cereali.

Le carni soprattutto bianche, pesce e uova, riso, avena e cibi privi di glutine o lattosio sono tra quelli da preferire in presenza di intestino irritabile.

Oggi, la ricerca ha portato alla scoperta di una correlazione tra sindrome del colon irritabile e una vasta serie di alimenti che vengono racchiusi con l’acronimo f o d m a p. Scopriamo di cosa si tratta.

F o d m a p: cosa sono e quali alimenti comprendono

F o d m a p è l’acronimo di “Fermentable Oligosaccharides, Disaccharides, Monosaccharides and Polyols” cioè Oligosaccaridi, Disaccaridi, Monosaccaridi Fermentabili e Polioli. Si tratta di carboidrati a catena corta che non vengono completamente assorbiti nell’intestino e per questo causano irritazione, fermentazione, gonfiore. Questi carboidrati sono presenti in moltissimi alimenti come ad esempio:

  • derivati di grano e segale
  • latte e derivati del latte
  • alcuni tipi di frutta, ad es. mango, pera, cocomero, ciliegie, albicocche, datteri e fichi
  • miele, fruttosio, sciroppo di agave, dolcificanti artificiali
  • cioccolato
  • legumi, inclusa la soia
  • verdure quali lattuga, broccoli, asparagi, cavoli, piselli, finocchi, peperoni, funghi

Una dieta colon irritabile che prevede una bassa quantità di fodmaps, come si può intuire, comporta l’eliminazione temporanea o la riduzione di una grossa serie di alimenti inclusi legumi, verdure e frutta che fanno bene all’organismo. Ecco perchè in questi casi è importante farsi seguire da una figura professionale esperta in nutrizione che saprà limitare i cibi ricchi di f o d m a p ma senza limitare l’apporto dei nutrienti necessari per una sana alimentazione.

Oltre alla dieta l’utilizzo di prebiotici e probiotici può favorire la salute dell’intestino e limitare la sintomatologia.

Colon irritato cibi da evitare

Con il colon irritato i cibi da evitare o limitare al massimo sono:

  • irritanti come peperoncino, pepe e altre spezie
  • alcol
  • caffeina e teina
  • sostanze astringenti
  • fritture

Tutte queste sostanze infatti agiscono sulla muscolatura liscia dell’intestino e ne accentuano le contrazioni

Allo stesso modo è bene evitare :

  • lieviti perchè aumentano il gonfiore intestinale
  • latticini
  • glutine

Se soffri di colon irritabile è bene anche svolgere dei test per le intolleranze alimentari ( ad es. lattosio e glutine) al fine di capire se sono proprio i cibi a causare questo disturbo.

Autore:

Alessandra De Marco

Webwriter, traduttrice, profuga della ricerca, appassionata di marketing. Ho lavorato nella comunicazione, nell'università, e nel customer service, vivendo a cavallo tra Italia e Inghilterra.