Dieta vegana bambini: è adatta?

Dieta vegana bambini: è adatta?

Dieta vegana bambini: è adatta o non è adatta? Durante la fase della crescita, il corpo necessita di alcune sostanze che potrebbero venire a mancare quando si predilige un’alimentazione priva di qualunque derivato animale. Vediamo il perchè.

Dieta vegana bambini: cosa cambia nell’alimentazione

La dieta vegana per bambini suscita qualche perplessità. Sempre più spesso ascoltiamo notizie circa lo stato di malnutrizione, o addiritura di morte, di neonati o bambini molto piccoli sottoposti a regime vegan dai genitori. Pediatri e luminari ritengono che una dieta vegetariana possa essere consigliata per i più piccoli, ma la totale assenza di derivati di origine animale che caratterizza questo tipo di alimentazione si ritiene possa causare problemi di crescita nei bambini.

Per scongiurare questi ultimi bisognerebbe affidare i piccoli al controllo di uno specialista dell’alimentazione per fare in modo che l’alimentazione vegan non comporti rischi per la loro salute.

Ma quali sono i nutrienti che vengono a mancare se togliamo dalla nostra alimentazione tutti i derivati animali? E come influisce questa mancanza sulla crescita? Vediamo insieme.

cosa viene a mancare

Quando si segue un regime alimentare vegano si elimina qualunque prodotto di origine animale. Quindi anche uova, latte e suoi derivati che invece troviamo in un regime vegetariano.

Questi alimenti, insieme a pesce e carne, sono fonte di proteine nobili, che ci forniscono gli amminoacidi essenziali che il nostro corpo non è in grado di produrre. Poi, queste sostanze apportano vitamina b12 necessaria per metabolizzare gli amminoacidi, per la produzione di globuli rossi e per quella del mdollo osseo, tra le varie funzioni. Infine attraverso i derivati animali assorbiamo anche il calcio, importantissimo per ossa e denti.

E’ evidente che la mancanza di questi nutrienti tipici di una dieta vegana ha rischi elevati per la formazione dei bambini.

Dieta vegana rischi

Tra i rischi che un regime alimentare senza derivati animali comporta per un bambino o una bambina vegana vi sono una crescita ridotta e un deficit di alcune strutture. Ad esempio, la carenza di vitamina b 12 può causare l’anemia perniciosa, poichè non vengono prodotte cellule del sangue in quantità sufficiente, o disturbi al sistema nervoso. Le ossa saranno meno dense, e quindi più fragili ed esposte a fratture.

Anche il rachitismo potrebbe essere un rischio, in quanto si assume meno meno vitamina D.

Inoltre non è da sottovalutare la necessità di calorie che i bambini necessitano durante lo sviluppo. A differenza degli adulti, i piccoli hanno bisogno di alimenti altamente calorici e già questo in un regime alimentare che include carne e pesce comporta una scelta attenta degli alimenti. Vi sono poi alimenti molto popolari tra i vegani che non sono adatti per i bambini, come ad esempio tofu, sitan e latte vegetale.

Il consiglio è dunque cercare di attendere prima di eliminare alcuni nutrienti dalla dieta. Se proprio si è categorici sulla necessità di eliminare la carne o altri derivati animali, allora è opportuno consultare uno specialista per essere certi di dare ai nostri piccoli tutte le sostanze di cui hanno bisogno.

Autore:

Alessandra De Marco

Webwriter, traduttrice, profuga della ricerca, appassionata di marketing. Ho lavorato nella comunicazione, nell'università, e nel customer service, vivendo a cavallo tra Italia e Inghilterra.