fbpx

La dieta mima digiuno: cos’è e quali effetti ha

dieta-mima-digiuno-verdura-frutta-secca

La dieta mima digiuno: cos’è e quali effetti ha

La dieta mima digiuno ideata dal dott. Valter Longo simula il digiuno allo scopo di ringiovanire i nostri organi stimolando il rinnovamento cellulare e quello del sistema immunitario. Scopriamo come funziona e perchè viene definita la dieta della longevità.

dieta mima digiuno: come funziona

La dieta mima digiuno si inserisce in un programma alimentare specifico studiato dal dott. Valter Longo, biogerontologo e biologo cellulare alla University of Southern California, dopo un lungo periodo di ricerca scientifica. Questa dieta consiste nell’assunzione limitata di calorie e nutrienti provenienti da verdure e legumi per un periodo di 5 giorni. Il primo giorno prevede l’assunzione di circa 1000-1110 Kcal, mentre per i restanti 4 giorni le calorie scendono a circa 800 suddivise su tre pasti o due pasti e uno spuntino.

Dieta mima digiuno: cosa mangiare?

Cosa mangiare durante la dieta mima digiuno? I n questo periodo è possibile assumere un numero limitato di alimenti che però dovrebbero fornire quasi tutti i nutrienti:

  • 1° giorno: 10 % proteine di origine vegetale o da frutta a guscio 56% di grassi derivanti da frutta a guscio e olio di oliva e 34% di carboidrati di natura complessa, quindi proveniente da verdure e ortaggi. Sono escluse le patate. E’ necessario assumere poi un integratore multivitaminico, uno di omega 3 e infine acqua e the/ tisane non zuccherate.
  • 2°-5° giorno: 9% di proteine come sopra, 44% di grassi come sopra e 47% di carboidrati complessi, più integratori e liquidi.

Il 6° giorno prevede l’assunzione di carboidrati complessi con la reintroduzione di pasta e pane da farine integrali, frutta e un minimo consumo di e minimizzare il consumo di pesce, carne, grassi saturi, dolci, formaggi, latte, ecc.

Medical Care Center è il centro di medicina specialistica ed estetica in grado di venire incontro alle esigenze dei suoi pazienti. Chiama lo 0984483800 oppure clicca qui per conoscere i nostri servizi e prenotare un appuntamento.

A cosa serve la dieta

Seondo il dott. Valter Longo, questa dieta non è studiata per dimagrire ma per rinnovare il nostro corpo portandolo in una situazione di carenza di proteine e glucosio. Nell’arco dei cinque giorni, il corpo utilizza le riserve di proteine e glucosio rimaste nell’organismo in maniera efficiente. Gli effetti sono i seguenti:

  • aumenta la produzione di cellule staminali che sopstituiscono le cellule morte
  • Il sistema immunitario si rinnova
  • si torna a non essere resistenti all’insulina.

Bisogna sottolineare che la dieta mima digiuno fa parte di una più ampia dieta della longevità che prevede l’abolizione di proteine animali, ad eccezione di quelle derivanti da pesce ricco di Omega 3 e Omega 6 come salmone e pesce azzurro, e l’eliminazione dei grassi e deglòi zuccheri.

Secondo gli studi di Longo e della sua equipe ritorneremmo così ad una dieta ricca di verdure, legumi e frutta molto simile a quella dei nostri antenati e al regime alimentare di molti centenari nel mondo. L’eccessivo consumo di proteine animali infatti stimola la produzione di ormoni della crescita, che può provocare tumori, mentre il glucosio e i grassi animali causano diabete e malattie cardiovascolari.

Quali controindicazioni?

La dieta mima digiuno deve essere effettuata sotto stretto controllo medico in quanto può causare debolezza e svenimenti in alcuni soggetti. Inoltre vi sono alcune controindicazioni circa alcune patologie e farmaci per cui questa dieta non è indicata a tutti. Assolutamente vietata ai diabetici, alle donne in gravidanza, alle persone al di sotto dei 20 anni e a chi soffre di disturbi alimentari o intestinali.