Saltare i pasti: fa bene o fa male?

piatto vuoto che indica saltare i pasti

Saltare i pasti: fa bene o fa male?

Saltare i pasti è spesso un’abitudine. Alle volte lo facciamo per mancanza di tempo, altre volte perchè stiamo male, altre perchè vogliamo dimagrire più in fretta. Ma quali conseguenze ha questa nostra abitudine? Vediamolo insieme.

Saltare i pasti: perchè lo facciamo

Saltare i pasti è capitato a tutti. Quanti di voi, in passato, hanno saltato il pranzo o la cena per avere lo stomaco pronto per il cenone della Vigilia o il pranzo del 25?

E se anche non ci troviamo in periodi di festa, a molti di noi sarà capitato di rinunciare al pranzo o alla cena per i più svariati motivi. C’è chi salta il pranzo per andare in palestra, chi perchè troppo impegnato per ricrdarsi di mangiare, chi (la maggior parte delle persone forse) crede che non mangiare fa dimagrire, specie la sera.

Eppure la mancanza di nutrimento per il corpo non è sempre un bene. Cosa succede se saltare un pasto diventa un’abitudine?

Saltare i pasti: effetti e conseguenze per l’organismo

Saltare i pasti in maniera sporadica può avere sia ro che contro per il nostro organismo.

Una conseguenza benefica del saltare un pasto potrebbe essere un maggiore drenaggio di liquidi e quindi un maggiore senso di leggerezza. Il corpo a digiuno infatti riesce più facilmente a bruciare le sostanze di scarto ed è meno soggetto ad infiammazioni. A beneficiare del digiuno potrebbe essere la concentrazione e l’attività cerebrale. Alcuni studi hanno dimostrato che il digiuno occasionale contribuisca al rinnovamento delle cellule celebrali.

D’altra parte, il digiuno potrebbe portare calo glicemico e stanchezza. Questo specie in soggetti che lavorano intensamente e praticano molto sport. Altra conseguenza è il tono basso dell’umore, o il cattivo umore. Un’altra conseguenza del digiuno è il rischio di disidratazione. Spesso se non mangiamo tendiamo a non assumere i liquidi e i sali contenuti negli alimenti e magare a no bere acqua in maniera sistematica.

Quel che bisogna capire è che saltando un pasto non si dimagrisce. I motivi sono fondamentalmente due: il primo è che avremo più fame al pasto successivo e quindi mangeremo di più. Il secondo è che, così facendo, le risorse di grasso e zuccheri si ricostituiscono immediatamente. Questa pratica non fa dimagrire poichè non intacca le risorse di grasso, non aumenta il consumo delle calorie e la tiroide funziona comunque in maniera normale.

Al contrario potrebbe portare ad immagazzinare più grassi, a soffrire di ritenzione idrica e quindi di cellulite, in quanto il corpo crea delle riserve da utilizzare quando è a digiuno. Inoltre potrebbe causare ulteriore gonfiore addominale e perdita di massa magra.

ciotola con dentro un metro rappresenta saltare pasti per dimagruire

Ma fa bene o fa male?

A fare male è chiaramente il digiuno prolungato e l’abitudine a non mangiare. Il nostro organismo, infatti, ha necessità di ricevere nutrimento in maniera regolare. Non farlo può causare numerosi scompensi e alla lunga portare una serie di disordini e problemi di carattere non solo alimentare.

Quindi se avete mangiato tanto a pranzo, potreste anche saltare la cena, anche se sarebbe comunque meglio mettere qualcosa nello stomaco, anche se in quantità minime, per evitare di risvegliarvi l’indomani con la proverbiale fame da lupo.

Di sicuro, ogni pasto serve ad apportare i vari nutrienti. La colazione fornisce calcio, fosforo, vitamine; il pranzo energie attraverso carboidrati complessi, proteine, fibre, sali minerali. La cena dovrebbe fornire amminoacidi e vitamine.

La conseguenza principali di questa abitudine è un deficit di nutrienti che andremo a cercare di compensare con i pasti successivi. Quindi, anche se non ci sono conseguenze drastiche per la salute, il digiuno in alcuni momenti della giornata non serve a farci dimagrire.

Esistono regimi alimentari controllati che prevedono forme di digiuno intermittente. Ma devono essere inserite all’interno di un programma di nutrizione studiato appositamente per noi e seguite da un medico nutrizionista. Infine, più che il digiuno, è la sana alimentazione quotidiana e uno stile di vita corretto che ci consentirà di vivere meglio e più a lungo.

Perciò se hai preso questa cattiva abitudine, forse dovresti rimediare. Se il problema è quello di perdere peso, non provare a farlo da sola/solo.

Da Medical Care Center Cosenza puoi ricevere consulenza e servizi di nutrizione individuali che ti consentiranno di perdere peso e vivere meglio e in armonia con te stesso. Contattaci per scoprire i nostri servizi dedicati alla salute del corpo e della mente. Chiama lo 0984483800 per informazioni ed appuntamenti.

Autore:

Alessandra De Marco

Webwriter, traduttrice, profuga della ricerca, appassionata di marketing. Ho lavorato nella comunicazione, nell'università, e nel customer service, vivendo a cavallo tra Italia e Inghilterra.