fbpx

FILLER

L’acido ialuronico permette in maniera sicura ed efficace di trattare esteticamente le rughe del mento e della mandibola, ma soprattutto di armonizzare il profilo ridando volume alle forme del viso. Attraverso piccole infiltrazioni è possibile ridisegnare o riempire la zona del mento o della mandibola per correggere piccoli difetti per un viso dalle forme più proporzionate.

BOTULINO

Il botulino può essere iniettato alla base del mento per migliorare il tono della pelle che nel terzo inferiore del volto può essere soggetto a un eccessivo cedimento. Le infiltrazioni consentono di rassodare la pelle pur senza ricorrere al lifting, un effetto chiamato Nefertiti Lift: il botox agisce sui muscoli del mento rilassandoli e quindi esercitando un’azione levigante sulla pelle.

Inoltre il botulino può essere utile per contrastare le contrazioni muscolari della mascella che causano il bruxismo. Una volta iniettata, la tossina consente ai muscoli di rilassarsi, impedendo il digrignamento dei denti. Oltre ai benefici sulla dentatura e sulle arcate mandibolari, gli effetti  sono visibili anche a livello estetico in quanto la zona della mascella appare meno squadrata e più morbida.

BIOSTIMOLAZIONE

La biostimolazione cutanea della zona del mento avviene attraverso l’iniezione di acido ialuronico che hanno lo scopo di ripristinare l’attività fibroblastica responsabile della produzione di sostanze indispensabili per l’idratazione e il tono della pelle. Queste iniezioni al livello del mento permettono di levigare la pelle e combattere il cedimento cutaneo che colpisce questa zona con poche sedute ripetibili nel tempo.

PEELING

Il peeling del mento, chimico o meccanico, serve ad eliminare l’eccesso di sebo, le cellule morte e ripristinare il naturale equilibrio e tono del derma. Oltre a stirare le rughe che si formano in questa zona è utile per combattere le alterazioni cromatiche della pelle e attenuare le cicatrici più o meno superficiali.

FILI DI TRAZIONE/BIORISTRUTTURANTI

L’azione di trazione meccanica esercitata dai fili di trazione bioristrutturanti per il viso consente di sollevare la pelle con un trattamento di medicina estetica senza ricorrere al bisturi. Posizionando i fili sotto la cute del mento, essi svolgono un effetto “tirante” che ringiovanisce il viso dall’interno in maniera del tutto sicura, indolore, favorendo inoltre la stimolazione della pelle man mano che i fili vengono riassorbiti.

RADIOFREQUENZA

Per evitare l’eccessivo rilassamento della pelle nella zona del mento è possibile ricorrere alla radiofrequenza per ravvivare la produzione di proteine della pelle necessarie al rinnovamento dei tessuti e al mantenimento degli stessi. Attraverso la propagazione di onde radio attraverso la pelle è possibile stimolare la produzione di collagene e andare a ridare tono all’epidermide dall’interno.

HIFU

L’HIFU nella regione del mento e del profilo mandibolare e sottomandibolare permette di ridefinire i contorni del viso attraverso una tecnica di lifting non chirurgico e non invasivo. La manopola emette fasci di onde che agiscono a diverse profondità, andando a stimolare la produzione di fibroblasti, elastina e collagene. Con poche sedute personalizzate sarà possibile eliminare il doppio mento e i cedimenti della pelle che appesantiscono il viso, rendendolo più sfilato e ridefinito.